2017 Ottobre 21: Ieri ero nel flow

2017 Ottobre 21: Ieri ero nel flow

E’ una sensazione unica. Stare nel flow.

Riuscivo a vedermi da dentro mentre giocavo e sebbene fosse tutto reale, sembrava che ci fosse un rallenty in atto.

Non c’era palla che non potevo giocare e mi sentivo onnipotente.
La sfida era perfettamente sotto il mio controllo.
Ad un certo punto ho pensato: potrei giocare anche da sola…

Ero molto concentrata e in quei momenti non pensi: starò nel flow? Ma, ad un certo punto, me ne sono accorta: sono partita per fare un recupero ed ho sentito le mie gambe muoversi velocemente, il braccio coordinarsi per l’impatto, ho allargato la visione periferica per vedere dove fossero le mie avversarie ed ho fatto i giusti passi per generare un colpo comunque “giusto“.

Non ero perfetta, avrei potuto fare di meglio, certo, ma in quello che stavo facendo avevo una grande fiducia. Ho sbagliato, ma non sentivo minimamente il peso dell’errore.

Mi guardavo e nulla dall’esterno mi toccava. Nulla dall’interno mi disturbava.

Ero serena e mi stavo divertendo.

Se non sai che cosa ti sta capitando non puoi riconoscerlo, ma è il flow ed è esattamente come l’ho appena descritto… 🙂

Vai alla barra degli strumenti