2018 Dicembre 29 Strada o palestra

2018 Dicembre 29 Strada o palestra

Fa freddo. Ciò nonostante, ho voglia di muovermi, di scaricarmi, di sentirmi in movimento.

E allora corro.

Per strada adoro il vento sul viso, nonostante il freddo. La salita e la discesa, il rumore del fiato, quando è affonnoso e quando si spezza. Il rumore dei passi sull’asfalto, le foglie sgretolate e che scricchiolano sotto il mio peso. Sento la differenza di temperatura e di luce tra le zone assolate e le zone in penombra. Sentire la fatica degli ultimi minuti, spingere per resistere. Le persone ti guardano, i bambini giocano, sembra quasi che il mondo giri intorno a te.

Eppure in palestra c’è il tapis roulant, ci sono le docce, la sauna, c’è il WiFi e puoi sentire la musica o vedere un film, mentre corri e corri molto di più, come se il tapis roulant non fosse faticoso. Sento i passi sul tappeto, molto di più… anzi: si sentono così bene, che è facile cadere in uno strano stato di trance. Non c’è disagio da temperatura. E’ tutto molto più comodo.

Eppure la strada mi affascina molto di più. Sono sicura che dipenda proprio dal maggiore utilizzo dei sensi, che ti fa stare nel qui e ora, passo dopo passo, metro dopo metro.

SensesFulRunning!

Avevi mai pensato che correre potesse essere uno
strumento di consapevolezza e benessere?
Posso insegnartelo!

 

 

Vai alla barra degli strumenti