La scelta universitaria

La scelta universitaria

Iniziano a vedersi i primi segnali da disorientamento:

– ho sprecato 5 anni della mia vita (del liceo)

– non ho interessi

– non mi interessa niente

ed altre frasi lanciate dall’adolescente tipico.

Accompagnate dalla:

– scoperta della maggiore età (possono fare sega tranquillamente)

– dalla scoperta di non aver mai davvero studiato negli anni precedenti (hanno “sculato”)

– dalla scoperta di non saper neanche studiare

– la tragicità tipica di questo momento particolare di vita.

I genitori hanno un ruolo fondamentale in questo momento nel:

– ascoltare

– orientare

– motivare

– incentivare

– accompagnare

i figli in questa delicatissima fase di passaggio della loro vita.

Per fortuna, le università hanno strutture (cd centri di orientamento con psicologi specializzati) e servizi (test e colloqui) ad hoc per questo.

Inoltre, on line, si trovano numerosi test per scoprire mettessi e attitudini i cui risultati vengono correlati alle facoltà universitarie.

Quindi, bando all’ansia e darsi da fare!!!

Serve aiuto?

Vai alla barra degli strumenti