Effetto diesel al contrario

Effetto diesel al contrario

Finalmente in vacanza, ma la noia ti attanaglia? Finalmente in vacanza, ma ti senti stranamente ansioso? Fare poco o nulla è difficile e troppo lontano dalla routine quotidiana delle giornate lavorative?

L’ho chiamato “effetto diesel al contrario” e cioè ci vuole un po’ di tempo prima che si riesca a calmarsi, dopo aver tollerato i ritmi stressanti del lavoro, per così tanto tempo, e si riesca a godere della bellezza del riposo e del decelerare.

Come fare allora a tornare allo stato di inerzia riposante, senza passare per stati ansiogeni o di stress al contrario, prima che la vacanza sia finita?

Che ne pensi di:

  1. Intanto programmare le giornate con attività di vario genere è un buon metodo. Passeggiate, lettura, sport, shopping, farsi regali, vedere persone, godere della bellezza del mondo e dell’Italia (Io ti suggerisco Segni, ad un’ora da Roma). Si parla tanto di time management e, per una volta, possiamo farlo per gestire al meglio il nostro tempo libero! 😉
  2. E poi, trovo utilissimo disegnare il “Calendario delle vacanze” o dei “Calendario dei giorni di vacanza”, per avere sempre bene in mente “che giorno è oggi?” e riuscire a stare nel momento presente. Ad alcuni sembra come fanno quelli che stanno in carcere, che contano i giorni di prigionia… Noi invece contiamo i giorni di vacanza che passano e sfruttarli al meglio!

E tu, che strategie usi per godere in pieno delle tue vacanze? O sei (ri)caduto nell’ansia e non sai come uscirne? Io ci sono, anche in vacanza!

Margherita Iannucci – psicologa – Io mi sono  regalata un paio di occhiali da sole (anche se sono ancora più talpa!”

Una delle più belle vie di Segni, che conduce a Porta Foca (mura etrusche antichissime)

Vai alla barra degli strumenti