Mangiare consapevolmente

Mangiare consapevolmente

Quansi tutte le persone che seguo usano il cibo: come sfogo, come tappo, come distrazione, per gola, per non pensare, ecc.

E’ come se il cibo avesse perso per loro la sua funzione: nutrimento e fonte di soddisfazione e piacere.

Inoltre, alcuni odiano cucinare, altri cucinerebbero sempre. C’è chi odia fare la spesa e chi invece lo trova un momento rilassante e divertente. E, presi dal momento, comprano molto più del necessario oppure riescono ad acquistare solo quello previsto dal menu del giorno.

Ho così deciso di ampliare le mie competenze alla Mindful Eating, che non ha nulla a che vedere con le diete, il mangiare sano o il peso.

La mindful eating ti ricorda, perchè l’hai dimenticato, come si mangia, usando tutti i sensi ed aiutandoti a riconoscere e distinguere i segnali di fame, sazietà, pienezza. Segnali che troppo spesso non senti o ignori o non distingui. Insegna a smettere di stare “a dieta da tutta la vita“. Smettere di lottare con gli alimenti, il peso corporeo o l’immagine corporea e godersi il cibo. Per quello che è. E basta.

C’è solo un problema… Secondo te qual’è?

 

Vai alla barra degli strumenti